© 2019 by Piero Zanetti  -  Email: piero@zanetti.pro
Tutte le immagini presenti in questo sito sono coperte da copyright.

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram
Cerca
  • Piero Zanetti

Recensione Capture One Pro 12

Aggiornato il: 27 ago 2019

ciao a tutti! oggi voglio fare una breve recensione di Capture One Pro 12, software di editing fotografico professionale di Phase One. Durante gli ultimi anni si sente sempre più parlare di questo programma e credo che ormai la maggior parte dei fotografi professionisti lo utilizzino regolarmente. I motivi generalmente sono 2 o 3: la funzione di scatto tethered è lo stato dell'arte attuale e i fotografi professionisti, principalmente di moda, hanno bisogno di questa funzione. Oltre a questo il motore di demosaicizzazione dei RAW è avanzatissimo e permette di ottenere file finali di qualità migliore rispetto a Lightroom. Questo è ancora più vero per chi utilizza macchine fotografiche Sony o Fuji (tra l'altro Capture One ha versioni specifiche e a prezzi scontati per gli utenti di queste aziende).


Una volta installato il software ed importate le foto ci troviamo davanti questa schermata:

Veniamo adesso ad analizzare la mia esperienza con questo editor:


Pro:

  • Installazione: il programma è facile e veloce da installare e anche la velocità di importazione delle foto e creazione delle anteprime è molto buona (credo la più veloce tra i competitor che ho provato cioè Lightroom, Luminar e PhotoLab)

  • Demosaicizzazione: l'osannato motore di demosaicizzazione dei file RAW svolge egregiamente il suo lavoro. Si nota una notevole differenza tra i raw aperti con questo programma e quelli aperti con Lightroom

  • Strumenti di ritocco: completi e potenti anche se a volte ostici e complicati da utilizzare.

  • Livelli: si può lavorare con i livelli come in Photoshop, utilissimo.

  • Luminosity mask: le luminosity mask sono integrate e funzionano molto bene permettendo un fotoritocco avanzato in maniera relativamente semplice

  • Scatto tethered: lo stato dell'arte nel settore, velocissimo e funziona senza intoppi.


Contro:

  • Interfaccia: ostica e abbastanza complicata: non è per niente intuitiva come nei software della concorrenza e confesso di trovarmi spesso spaesato. C'è però da dire che è completamente personalizzabile, bisogna solo perderci un po' più di tempo.

  • DAM: il DAM (digital asset manager) è presente ma secondo me non è al livello di quello di Lightroom. Si può comunque assegnare una valutazione alle foto, assegnare un tag colore e parole chiave.

  • Timbro clone: l'ho provato velocemente ma non mi ha impressionato per niente, nè come utilizzo nè come risultati finali.


Conclusioni


Capture One Pro è un RAW developer veloce, leggero e molto professionale. E' un po' ostico da imparare e potrebbe spesso mettere a disagio ma in cambio di questo periodo di "apprendistato" potrete ottenere risultati professionali e una qualità di immagine superiore rispetto a Lightroom.

Personalmente non avendo bisogno di scattare tethered lo terrò installato nel pc e lo utilizzerò al bisogno ma non lo includerò nel mio workflow per il momento.

Consigliato per chi scatta tethered, vuole la miglior qualità possibile dai propri file raw e per chi utilizza macchine fotografiche Sony o Fuji.


Un saluto e come sempre se ti è piaciuto l'articolo offrimi una birra!



36 visualizzazioni